Scadenzario dei nuovi obblighi amministrativi
(DPCM 8 novembre 2013)
 


Denominazione dell’obbligo: Diritto annuale 2016

Sintesi del contenuto: Il diritto annuale è dovuto ad ogni singola Camera di commercio da ogni impresa, iscritta o annotata nel Registro delle imprese, e da ogni soggetto iscritto nel (REA) Repertorio delle notizie Economiche e Amminstrative

Riferimenti normativi:
- Legge 580/1993
- D.Lgs. 23/2010
- Decreto 21/04/2011 MiSE
- Il Ministero dello Sviluppo Economico, con la Nota del 22 dicembre 2015, Prot. 279880, ha fornito le indicazioni in merito agli importi che le imprese e gli altri soggetti obbligati di nuova iscrizione o che iscrivano nuove unità locali dal 1° gennaio 2016, devono versare. Nella circolare sono riportati gli importi derivanti dalla riduzione del 40% operata dal D.L. 90/2014

Link alla sezione contenente le informazioni sull’adempimento e sul procedimento: /content/service/diritto-annuale-0

 


Denominazione dell’obbligo: Alternanza scuola-lavoro

Sintesi del contenuto: A decorrere dal 21 ottobre 2015, le imprese che intendono iscriversi nella sezione speciale dell’alternanza scuola-lavoro sono tenute a presentare, esclusivamente per via telematica seguendo le istruzioni della sezione speciale "Alternanza scuola-lavoro" e allegando il modello di autocertificazione delle informazioni da comunicare al Registro Imprese per l'iscrizione nella sezione speciale "Alternanza scuola-lavoro".

Riferimenti normativi:
L’art. 1 comma 41 della L. 13 luglio 2015, n. 107 recante “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti” (c.d. Buona scuola), pubblicata in G.U. n.162 del 15-7-2015, ha previsto l’istituzione del Registro nazionale per l'alternanza scuola-lavoro

Link alla sezione contenente le informazioni sull’adempimento e sul procedimento: /content/service/alternanza-scuola-lavoro

 


Denominazione dell’obbligo: Obbligo di fatturazione elettronica

Sintesi del contenuto: Dal 6 giugno 2015 - Obbligo di fatturazione elettronica per tutti gli altri Enti di livello Nazionale comprese le Camere di Commercio. Oltre la date indicata le PP.AA. interessate non potranno più accettare fatture in formato cartaceo

Riferimenti normativi:
- Art. 1 della Legge n. 244 del 24/12/2007 per come modificato dall'art. 10 del D.L. n. 201 del 06/12/2011;
- D.M. n. 55 del 03/04/2013

Link alla sezione contenente le informazioni sull’adempimento e sul procedimento: https://fattura-pa.infocamere.it/fpmi/service?cb=CS

 


Denominazione dell’obbligo: Obbligo di deposito della nota integrativa in formato XBRL

Sintesi del contenuto: Dal 3 marzo 2015 le società di capitali che redigono i bilanci d'esercizio secondo i principi contabili nazionali dovranno produrre tutto il bilancio (stato patrimoniale, conto economico, nota integrativa) in un unico file nel formato elettronico elaborabile XBRL. Tale obbligo riguarda i bilanci:
- relativi all'esercizio chiuso il 31.12.2014 o successivamente;
- approvati a partire dal giorno 3 Marzo 2015.

Riferimenti normativi:
- Articolo 5, comma 6, del D.P.C.M. 10 dicembre 2008
- Comunicato del Ministero dello Sviluppo Economico (Gazzetta Ufficiale n. 294 del 19/12/ 2014) in applicazione dell'articolo 5, comma 6, del D.P.C.M. 10 dicembre 2008

Link alla sezione contenente le informazioni sull’adempimento e sul procedimento: /content/service/bilanci

 


Denominazione dell’obbligo: Contratto di rete redatto in conformità al modello standard tipizzato previsto dall’art. 3 comma 4-ter del D.L. 5/2009

Sintesi del contenuto: In seguito alla approvazione delle apposite specifiche tecniche, avvenuta con Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 7 gennaio 2015, dall'8 gennaio 2015 è possibile depositare al Registro delle Imprese contratti di rete redatti in conformità al modello standard tipizzato (approvato con Decreto Interministeriale n. 122 del 10/04/2014), sottoscritti con firma digitale dei titolari/legali rappresentanti di tutte le imprese partecipanti.

Riferimenti normativi:
- Art. 3 comma 4-ter del D.L. n. 5/2009 (convertito con modificazioni dalla legge n. 33/2009)
- Decreto Interministeriale n. 122 del 10/04/2014
- Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 7 gennaio 2015
- Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 3676/C dell’8 gennaio 2015

Link alla sezione contenente le informazioni sull’adempimento e sul procedimento: /content/service/novità

 


Denominazione dell’obbligo: Imposta di bollo e diritti di segreteria su atto di cessione quote di Srl start-up innovativa

Sintesi del contenuto: L’atto di cessione di quote di Srl iscritta nella sezione speciale del Registro Imprese in qualità di start-up innovativa è da considerarsi soggetto ad imposta di bollo.

Riferimenti normativi:
- Circolare Agenzia delle entrate 16/E del 11.06.2014
- Circolare MISE n. 3677/C del 20.01.2015

Link alla sezione contenente le informazioni sull’adempimento e sul procedimento: /content/service/start-innovative-e-incubatori-certificati-0