Il 17 Luglio 2002 è entrato in vigore il Decreto Ministero dell’Economia e delle Finanze del 17 Maggio 2002, n. 127, contenente la disciplina delle modalità di pagamento dell’imposta di bollo dovuta sulle domande, denunce ed atti che le accompagnano, presentate al Registro delle Imprese in via telematica, nonché la determinazione della nuova tariffa dell’imposta di bollo dovuta su tali atti.

Il Decreto prevede che per le domande, denunce ed atti che le accompagnano, presentate al Registro delle Imprese ed inviate per via telematica ovvero presentate su supporto informatico l’importo dell’imposta di bollo sia di € 41,32.

L’imposta è corrisposta in modo virtuale secondo le modalità previste dal Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze ai sensi dell’art. 3, comma 13 della Legge 28.12.2001, n. 448.

L’imposta è dovuta, anche in misura cumulativa, all’atto della trasmissione per via telematica o della consegna del supporto informatico.