Home Button

Controlli di filiera uve e vini D.O. provinciale "Terre di Cosenza"

Con il Decreto Dir. 26.7.2012 del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, la Camera di Commercio di Cosenza è stata designata quale Autorità Pubblica allo svolgimento dei controlli previsti dall'art. 118 septdecies del Regolamento (CE) n. 1234/2007, nei confronti di tutti gli operatori delle filiere della seguente Denominazione di Origine:
 
D.O.P. TERRE DI COSENZA
La Camera di Commercio di Cosenza in qualità di Autorità Pubblica Designata deve assicurare che, conformemente alla prescrizioni del piani di controllo approvato, nonché a quanto stabilito dal D.M. 14.6.2012, i processi produttivi ed i prodotti certificati rispondano ai requisiti stabiliti dal relativo disciplinare di produzione ed alla normativa nazionale e comunitaria in materia di produzioni vitivinicole a Denominazione di Origine.
La Camera di Commercio pertanto deve svolgere una duplice attività di verifica documentale e di verifica ispettiva presso gli operatori dell'intera filiera vitivinicola (viticoltori, vinificatori, imbottigliatori, intermediari nella vendita/acquisto del prodotto atto o certificato sfuso) al fine di accertare il rispetto di quanto stabilito dal disciplinare di produzione della DOP provinciale.
I controlli documentali sono effettuati sulla totalità delle aziende che rivendicano le Denominazioni mentre i controlli ispettivi sono svolti a campione, con il criterio di estrazione casuale previsto all'art. 6, comma 5, del D.M. 14.6.2012.
Le NON CONFORMITA’
si considerano LIEVI quando l’irregolarità può essere risolta con azioni correttive che non hanno effetti sulla materia prima e/o sul prodotto finito, si considerano GRAVI quando l'irregolarità, non risolvibile con azione correttiva, produce effetti diretti sulla materia prima e/o sul prodotto finito ovvero trattasi di non conformità considerate lievi che non sono state risolte con le azione correttive previste nei tempi indicati dalla Struttura di Controllo.
Scarica il Tariffario
 

 
PRINCIPALI ADEMPIMENTI A CARICO DEGLI OPERATORI
 
Per l'invio di comunicazioni utilizzare l'indirizzo mail: agricoltura@cs.camcom.it
 
Viticoltori-Produttori
Contestualmente alla dichiarazione di produzione vendemmiale
inviare all'Autorità di Controllo la ricevuta di versamento per l'importo previsto dai prospetti Tariffari della D.O., pari a € 0,50 + IVA 22% per ogni 100 Kilogrammi di uva rivendicata.
Il versamento potrà essere effettuato tramite bonifico sul C/C bancario della Camera di Commercio indicando nella causale "Rivendicazione uve" con l'annata di riferimento ed i quintali prodotti. Solo in caso di impossibilità ad effettuare il bonifico, sarà possibile effettuare il versamento sul c/c postale n. 227876 intestato a Camera di Commercio - Via Calabria, 33 - 87100 Cosenza.
Per l'invio della richiesta e dei versamenti utilizzare l'indirizzo mail: agricoltura@cs.camcom.itScarica il Tariffario
 
Vinificatori
Presentazione alla Struttura di Controllo presso la Camera di Commercio di Cosenza, della richiesta di prelievo campione del vino atto a divenire, ai fini della certificazione compilato su apposito modulo sottoscritto dal richiedente  e corredato dall'attestazione di versamento per l'importo previsto dai prospetti Tariffari, pari a:
- € 0,78 + IVA 22% per ogni ettolitro di vino per il quale viene richiesta la Certificazione alla D.O.
- € 20,00 + IVA 22% per ogni prelievo campione di cui è richiesta la Certificazione;
- € 45,00 + IVA 22% per esame chimico-fisico effettuato dal Laboratorio autorizzato;
- € 0,20 + IVA 22% per ogni ettolitro di vino oggetto della richiesta di prelievo, relativo all'esame organolettico da parte della Commissione di Degustazione vini.
Il versamento potrà essere effettuato tramite bonifico sul C/C bancario della Camera di Commercio indicando nella causale "Certificazione vino" con nome del vino ed annata. Qualora venga effettuato un unico versamento riferito a più richieste di certificazione, è necessario inviare insieme alla ricevuta di versamento l'elenco dei vini oggetto della certificazione.
Solo in caso di impossibilità ad effettuare il bonifico, sarà possibile effettuare il versamento sul c/c postale n. 227876 intestato a Camera di Commercio - Via Calabria, 33 - 87100 Cosenza.
Per l'invio della richiesta e dei versamenti utilizzare l'indirizzo mail: agricoltura@cs.camcom.it - Scarica il Tariffario
 
LE OPERAZIONI DI PRELIEVO SARANNO SVOLTE A CONDIZIONE CHE SIA STATO EFFETTUATO IL VERSAMENTO DELLE TARIFFE A CARICO DEL RICHIEDENTE.
 
 
Conseguentemente al prelievo del campione di cui viene richiesta la certificazione, NON è consentito effettuare operazioni di movimentazione e/o imbottigliamento prima della conclusione dell'iter certificativo. Eventuali eccezioni sono previste dal DM 11/11/2011 art. 3 comma 19.
 
Le domande di prelievo dei campioni, dovranno pervenire alla Struttura di Controllo (all'indirizzo mail agricoltura@cs.camcom.it) nel periodo compreso tra il 5 ed il 15 di ogni mese.
Le commissioni di degustazione per l’esame organolettico dei campioni di vino, si terranno presumbilmente tra il 21 e la fine di ogni mese, compatibilmente con le attività di prelievo campioni e la convocazione della Commissione di Degustazione.
Si informano le imprese interessate che, con riferimento al mese di Agosto ed in considerazione delle difficoltà relative allo svolgimento dell'iter certificativo (analisi dei campioni e riunione della commissione organolettica), le richieste di prelievo potranno essere inviate successivamente alla settimana di ferragosto (ovvero, per il 2017, dal 21 al 31 agosto).
 
Devono essere, altresì, comunicate tutte le operazioni e movimentazioni di cantina effettuate sia su partite atte a divenire che su partite certificate utilizzando l'apposita modulistica, unitamente, ove previsti, a tutti i documenti di trasporto (doco/DdT) delle partite movimentate di vino, sia atte che certificate.
 
Imbottigliatori
I soggetti imbottigliatori, non oltre 7 (sette) giorni lavorativi dalla data di conclusione delle operazioni di imbottigliamento e comunque almeno 3 (tre) giorni lavorativi prima della data di trasferimento o di vendita dei prodotti imbottigliati, devono inviare all'Organismo di Controllo la comunicazione di conclusione delle operazioni di imbottigliamento nella quale dovranno essere necessariamente indicati il numero dei contenitori utilizzate, con le relative capacità, il numero di lotto, la data di imbottigliamento e le eventuali perdite di lavorazione.
Alla comunicazione, dovrà essere allegata la ricevuta di versamento della tariffa di filiera, calcolata in misura di € 0,85 + IVA 22% per ogni ogni ettolitro di vino imbottigliato.
Il versamento potrà essere effettuato tramite bonifico sul C/C bancario della Camera di Commercio indicando nella causale "Imbottigliamento vino" con nome del vino ed annata. Qualora venga effettuato un unico versamento riferito a più richieste di imbottigliamento, è necessario inviare insieme alla ricevuta di versamento l'elenco dei vini imbottigliati con la relativa annata di riferimento.
Solo in caso di impossibilità ad effettuare il bonifico, sarà possibile effettuare il versamento sul c/c postale n. 227876 intestato a Camera di Commercio - Via Calabria, 33 - 87100 Cosenza.
Per l'invio della comunicazione e dei versamenti utilizzare l'indirizzo mail: agricoltura@cs.camcom.it
Limitatamente ai casi di urgenza relativi al trasferimento o alla vendita immediata di partite di vino (imbottigliamento e vendita/trasferimento nell'arco delle 72 ore) l'azienda dovrà effettuare la comunicazione preventiva di imbottigliamento con il modello - Comunicazione preventiva imbottigliamento.
 
Ai sensi del DM 794 del 14.06.2012  art. 6 comma 13,  LE CANTINE SOCIALI e LE AZIENDE che, PRODUCONO le PROPRIE UVE, LE VINIFICANO ed IMBOTTIGLIANO i vini a D.O. possono comunicare mensilmente ed in forma riepilogativa le informazioni di imbottigliamento (in luogo delle comunicazioni singole con le prescrizioni temporali sopra descritte) di cui al comma 8 dello stesso articolo 6.
 
Conseguentemente al prelievo del campione di cui viene richiesta la certificazione, NON è consentito effettuare operazioni di movimentazione e/o imbottigliamento prima della conclusione dell'iter certificativo. Eventuali eccezioni sono previste dal DM 11/11/2011 art. 3 comma 19.
 
 
ASSOGGETTAMENTO AL CONTROLLO
In ottemperanza delle disposizioni stabilite dall'art. 13 c. 12 del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, tutti i soggetti partecipanti alla filiera di ciascuna produzione tutelata, ad eccezione di quelli già dichiarati nello schedario viticolo, sono tenuti a notificarsi all'organismo di controllo autorizzato per la relativa D.O., sottoponendosi volontariamente al sistema di controllo.