fbpx Bando Risparmio Energetico e riuso dei materiali - IV Edizione | Camera di Commercio di Cosenza

 

Bando Risparmio energetico e riuso dei materiali - IV Edizione

Bando Risparmio Energetico e Riuso dei Materiali - IV Edizione

 

 

 

Bando Stato Stanziamento # Domande Presentate # Domande Ammesse Importo Concesso Importo Liquidato Importo ancora disponibile
Bando Risparmio Energetico e riuso dei materiali - IV Edizione  Attivo  € 800.000  135 31 € 239.147   € 560.853

 

 

 

Con il  Bando Risparmio Energetico e Riuso dei materiali -  IV Edizione, puoi ottenere un voucher fino a € 10.000 per la Transizione Ecologica della tua impresa.


A chi è destinato il bando

Puoi partecipare al bando se la tua impresa è una Micro Piccola o Media Impresa (MPMI).

Occorre che tu sia in regola o disposto a regolarizzare eventuali pendenze nei confronti della Camera di Commercio.

Occorre essere in regola con la posizione contributiva e previdenziale. 

Ciascuna impresa potrà ottenere un solo voucher nel limite massimo di Euro 5.000,00 (cinquemila euro). L’investimento minimo richiesto è pari ad Euro 2.000,00 al netto di Iva.

Limitatamente al solo caso di installazione di impianti da fonti rinnovabili, il limite massimo del voucher è elevato ad Euro 10.000,00, con un investimento minimo richiesto pari ad Euro 4.000,00 al netto di IVA.

Il voucher è pari al 50% della spesa prevista ed è calcolato sulla base degli importi al netto dell’IVA dei preventivi di spesa. Tale contributo è maggiorato al 60% nel caso di Imprenditore (ditta individuale) oppure di socio (nel caso di società) diversamente abile (portatore di handicap così come definito dall’art.3 della legge n°104 del 5 febbraio 1992.


Quali spese sono ammesse

1.1 Investimenti mirati al risparmio e al conseguimento dell’efficienza energetica, anche attraverso il ricorso a sistemi di energia rinnovabile non esauribile quali:

1.2 Sistemi intelligenti per la gestione, l’utilizzo efficiente e il monitoraggio dei consumi energetici;

1.3 Sistemi di riuso degli scarti di produzione e dei fattori di produzione - Sono comprese in tale tipologia le spese relative alla introduzione nel processo produttivo di tecniche per la produzione, consumo, riparazione e rigenerazione e riuso delle materie prime e seconde, con l’obiettivo di trarre il massimo valore e il massimo uso da materie prime, prodotti e rifiuti, promuovendo il risparmio energetico e riducendo le emissioni inquinanti

1.4 Sistemi di reimpiego dei macchinari

1.5.Investimenti mirati alla riduzione dei consumi idrici e riciclo dell’acqua nei sistemi aziendali secondo le diverse tecnologie applicabili ai diversi settori produttivi (a titolo di esemplificazione non esaustiva rientrano in tale tipologia: sistemi di raccolta e recupero acque piovane, adozione di sistemi efficienti di irrigazione, contabilizzazione dei consumi idrici e umidità del suolo; utilizzo di macchinari per riciclo dell’acqua, filtraggio e depurazione e riuso, riciclo e riuso acque grigia, utilizzo di macchinari che riducano il prelievo dell’acqua nei processi industriali).


Cosa occorre per partecipare

  1. Scarica il modello di domanda, compilalo, trasformalo in formato PDF e firmalo con la tua firma digitale.
  2. Trasforma in formato PDF e firma digitalmente anche questi documenti (anche in un unico file):
    •  Preventivi degli investimenti che si prevede di effettuare
    •  Dichiarazione di Conformità dell’installatore/Fornitore nel caso di Impianti e sostituzioni con lampade a led, nella quale si dia evidenza del risparmio energetico conseguito con l’impianto.
    •  Se non specificato nel preventivo, documentazione tecnica dalla quale si evinca la efficienza energetica dei beni oggetto dell’investimento (indicazione della classe energetica del bene, dichiarazione tecnica attestante l’efficienza energetica e/o il risparmio energetico conseguito con il bene oggetto dell’investimento)
    •  Documentazione/ dichiarazione da parte del rappresentante legale o Direttore tecnico/Amministravo che attesti l’effettivo riuso/riciclo degli scarti di produzione/ o fattori di produzione.
    • Pagamento digitale della imposta di bollo mediante i servizi @e.bollo e pagoPA o pagamento mediante Modello F23 (Codice ente: TDF -Codice tributo: 456T- Descrizione: Imposta di bollo -Importo: 16 euro) 
  3. Registrati al servizio Telemaco su www.registroimprese.it 

 


Come partecipare

Presenta la tua domanda dalle ore 09:00 del 04/03/2021 fino alle ore 21:00 del 30/06/2021

Partecipare è semplice. E' sufficiente accedere al servizio Telemaco su www.registroimprese.it e seguire questi pochi passaggi:

  1. Vai a Sportello Pratiche -> Servizi e-gov -> Contributi alle imprese -> Crea modello -> Avvia compilazione
  2. Compila i campi richiesti
  3. Scarica il file prodotto dal sistema, firmalo digitalmente e riallegalo come richiesto
  4. Clicca sulla funzione "Nuova" per creare la pratica
  5. Clicca sulla funzione "Allega" e allega i documenti che hai preparato
  6. Invia la pratica

Per maggiori informazioni

Puoi contattarci all'email versoleimprese@cs.camcom.it 
oppure ai numeri 0984.815.265-254-222-259


 

Stato Avanzamento Bando

AGGIORNAMENTO 16/07/2021:  Con determinazione dirigenziale n. 268 del 15.07.2021 è stata approvata la V Graduatoria di concessione del Bando, disponibile negli allegati.

AGGIORNAMENTO 12/07/2021: con il verbale di Giunta n. 6 del 12/07/21 è stato approvato il rifinanzimento del bando per 500.000,00 euro che porta così l'importo totale stanziato per il bando a 800.000,00 euro. Il bando è da considerarsi chiuso, verranno considerate soltanto le domande presentate entro i termini stabiliti in precedenza

AGGIORNAMENTO 30/07/2021 pubblicata la VI graduatoria di concessione del bando

Hai partecipato al Bando? La tua opinione è importante per noi! Compila questo questionario.


I Documenti Ufficiali


FAQ

In merito all'indicazione contenuta nel bando "E' previsto che possano partecipare le imprese che non siano state beneficiarie di altri bandi della Camera di commercio nelle annualità 2018 - 2019 - 2020". Il riferimento all'annualità è relativo alla data di erogazione del contributo o alla data di partecipazione al bando?

 
Il requisito per le imprese beneficiarie (che abbiamo cioè ottenuto la liquidazione) fa riferimento alla data in cui è maturato il diritto alla concessione (data approvazione della graduatoria di concessione) e non alla data in cui il contributo è stato erogato, non rilevando la data di presentazione della domanda di partecipazione la bando.

 

 

#VersoLeimprese