fbpx #Versoleimprese: I nuovi bandi del 2021 | Camera di Commercio di Cosenza

 

 

 

Bando Stato Stanziamento # Domande Presentate # Domande Ammesse Importo Concesso Importo Liquidato Importo ancora disponibile
Bando Risparmio Energetico e riuso dei materiali - IV Edizione  Attivo € 300.000 107 8 €40.748,06   €259.251,94
Bando Dop e IGP -  II Edizione Attivo € 50.000         € 50.000
Bando Voucher Digitali I 4.0 - Anno 2021 (VII Edizione) In Istruttoria € 100.000 77 14 € 100.000   € 100.000
Bando Turismo, Formazione e Lavoro - II Edizione Attivo € 100.000 3 1 € 3.646,45   € 96.353,95
Bando Certificazione SOA Attivo € 50.000 14 3 € 12.791   € 37.209
Bando Imprese Storiche - V edizione Attivo            

 

 

Ciascuna impresa può partecipare ad un solo bando dal 04 Marzo al 30 Giugno 2021.La Camera di Commercio di Cosenza per stare vicino alle sue imprese propone sei nuovi bandi.

La procedura di partecipazione è a sportello.

Scopri i nostri bandi.

 

Bando Risparmio Energetico e riuso dei materiali - IV Edizione

Puoi partecipare al bando se la tua impresa è una Micro Piccola o Media Impresa (MPMI).

Ciascuna impresa potrà ottenere un solo voucher nel limite massimo di Euro 5.000,00 (cinquemila euro). L’investimento minimo richiesto è pari ad Euro 2.000,00 al netto di Iva.

Limitatamente al solo caso di installazione di impianti da fonti rinnovabili, il limite massimo del voucher è elevato ad Euro 10.000,00, con un investimento minimo richiesto pari ad Euro 4.000,00 al netto di IVA.

Il voucher è pari al 50% della spesa prevista ed è calcolato sulla base degli importi al netto dell’IVA dei preventivi di spesa. Tale contributo è maggiorato al 60% nel caso di Imprenditore (ditta individuale) oppure di socio (nel caso di società) diversamente abile (portatore di handicap così come definito dall’art.3 della legge n°104 del 5 febbraio 1992.

Sono ammesse le spese in:

1.1 Investimenti mirati al risparmio e al conseguimento dell’efficienza energetica, anche attraverso il ricorso a sistemi di energia rinnovabile non esauribile quali:

1.2 Sistemi intelligenti per la gestione, l’utilizzo efficiente e il monitoraggio dei consumi energetici;

1.3 Sistemi di riuso degli scarti di produzione e dei fattori di produzione - Sono comprese in tale tipologia le spese relative alla introduzione nel processo produttivo di tecniche per la produzione, consumo, riparazione e rigenerazione e riuso delle materie prime e seconde, con l’obiettivo di trarre il massimo valore e il massimo uso da materie prime, prodotti e rifiuti, promuovendo il risparmio energetico e riducendo le emissioni inquinanti

1.4 Sistemi di reimpiego dei macchinari

1.5.Investimenti mirati alla riduzione dei consumi idrici e riciclo dell’acqua nei sistemi aziendali secondo le diverse tecnologie applicabili ai diversi settori produttivi (a titolo di esemplificazione non esaustiva rientrano in tale tipologia: sistemi di raccolta e recupero acque piovane, adozione di sistemi efficienti di irrigazione, contabilizzazione dei consumi idrici e umidità del suolo; utilizzo di macchinari per riciclo dell’acqua, filtraggio e depurazione e riuso, riciclo e riuso acque grigia, utilizzo di macchinari che riducano il prelievo dell’acqua nei processi industriali).

Per maggiori informazioni: versoleimprese@cs.camcom.it tel 0984 815 254 -222 - 259 -265

 

Bando Dop e IGP -  II Edizione

Puoi partecipare al bando se la tua impresa è una Micro Piccola o Media Impresa (MPMI).

Ciascuna impresa potrà ottenere un solo voucher nel limite massimo di Euro 5.000,00 (cinquemila euro). 

La percentuale del contributo è fissata al 40% della spesa ammissibile qualora l’incremento sia riferito a produzioni IGP; la percentuale del contributo sarà del 50% della spesa ammissibile se riferito a produzioni DOP.

Le precentuali di contributo sono incrementate del 10% rispettivamente nel caso di Imprenditore (ditta individuale) oppure di socio (nel caso di società) diversamente abile (portatore di handicap così come definito dall’art.3 della legge n°104 del 5 febbraio 1992.

Le spese devono esser sostenute per conseguire la certificazione esclusivamente nelle categorie D.O.P e I.G.P presenti nell'elenco delle denominazioni italiane, iscritte nel Registro delle denominazioni di origine protette (DOP), delle indicazioni geografiche protette (IGP) pubblicato sul sito del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAFT), ovvero:

  1. Costi indiretti: consistono nell’insieme dei costi sostenuti per ottenere la certificazione di prodotto della Denominazione di origine o dell'Indicazione geografica, generalmente di natura fissa (indipendenti dal volume di produzione), che riguardano ad esempio consulenze ad esperti (enologi, tecnologi, agronomi);
  2. Costi diretti: sono costi legati alle attività inerenti la produzione dei prodotti certificati ai vari livelli endoprocedurali della filiera: ad esempio costi del personale addetto alla manutenzione dei terreni adibiti alle coltivazioni e alle relative piante, costi per prodotti per la sanificazione ammessi dalle normative e dai disciplinari di produzione, costi per le attività di raccolta, di estrazione e tutti quei costi legati al ciclo produttivo del prodotti certificati; costi per il confezionamento ed etichettatura del prodotto;
  3. Costi complementari, ossia spese (come le quote associative) sostenute dalle imprese per ottenere i servizi di promozione e tutela erogati dai Consorzi di tutela e promozione (che abbiano riconoscimento ministeriale in corso di validità per l’anno di rifermento del bando).

Scopri di più: https://www.cs.camcom.gov.it/it/content/service/bando-dop-e-igp-ii-edizione

Per maggiori informazioni: versoleimprese@cs.camcom.it tel 0984 815 254 -222 - 259 -265

 

Bando Voucher Digitali I 4.0 - Anno 2021 (VII Edizione)

Puoi partecipare al bando se la tua impresa è una Micro Piccola o Media Impresa (MPMI).

Ciascuna impresa potrà ottenere un solo voucher nel limite massimo di Euro 10.000,00 (diecimila euro). L’investimento minimo richiesto è pari ad Euro 5.000,00 al netto di Iva.

Il voucher è pari al 70% della spesa prevista ed è calcolato sulla base degli importi al netto dell’IVA dei preventivi di spesa. Tale contributo è maggiorato al 80% nel caso di Imprenditore (ditta individuale) oppure di socio (nel caso di società) diversamente abile (portatore di handicap così come definito dall’art.3 della legge n°104 del 5 febbraio 1992.

Sono ammissibili le spese per:

a)    servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2, comma 2 del Bando;

b)    acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti di cui all’art. 2, comma 2 del Bando;

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale ricompresi nel Bando dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’Elenco 2.

Scopri di più: https://www.cs.camcom.gov.it/it/content/service/bando-voucher-digitali-i-40-anno-2021-vii-edizione

Per maggiori informazioni: pid@cs.camcom.it tel 0984 815 260-248

 

Bando Turismo, Formazione e Lavoro - II Edizione

Puoi partecipare al bando se la tua impresa è una Micro Piccola o Media Impresa (MPMI).

Occorre che il tuo codice Ateco sia afferente al comparto turistico come da Allegato A.

Ciascuna impresa potrà ottenere un solo voucher nel limite massimo di Euro 5.000,00 (cinquemila euro).

Il voucher è pari al 50% della spesa prevista ed è calcolato sulla base degli importi al netto dell’IVA dei preventivi di spesa. Tale contributo è maggiorato al 60% nel caso di Imprenditore (ditta individuale) oppure di socio (nel caso di società) diversamente abile (portatore di handicap così come definito dall’art.3 della legge n°104 del 5 febbraio 1992.

Le spese ammesse sono:

a)      spese per l'acquisto di beni e servizi volti a implementare, potenziare o innovare le infrastrutture (hardware e software) dedicate alla gestione dei processi in tempi di new normality: gestione delle presenze, della comunicazione digitale, della piattaforma di social network aziendale, della piattaforma per la formazione a distanza del personale dipendente dell'azienda, per lo smartworking, per il marketing operativo e la promozione del made in Calabria e Italy;

b)      spese per l'acquisto di beni e servizi sostenute per realizzare interventi o acquistare dispositivi per la messa in sicurezza della struttura ristorativa/turistica secondo le raccomandazioni dell'OMS per la lotta al Covid-19. Eventuali investimenti di natura edilizia per creare percorsi o distanziamenti per normativa covid (come spese per la realizzazione o  abbattimenti di pareti, adeguamenti impianti) devono essere realizzati solo a seguito di SCIA/CILA edilizia (non sono ammessi lavori in economia). Sono in ogni caso escluse le spese per l'acquisto di beni di consumo (ad esempio gel disinfettante, mascherine, ecc..);

c)       spese per  la formazione rivolta al management e/o ai dipendenti dell'impresa mirata alla valorizzazione di competenze strategiche per il comparto quali:programmatore turistico, sales promoter, front office manager, housekeeping manager, revenue manager, destination manager; export manager, recruiting manager, market manager, digital manager, food and beverage manager ovvero formazione ai dipendenti inerenti gli investimenti di cui alla predente lettera a);

d)       spese per la formazione del personale addetto ai servizi turistici sul Covid-19 in modo che possa svolgere l’attività lavorativa secondo le prescrizioni imposte dalle misure adottate e, allo stesso tempo, prevenire ogni possibile diffusione del virus all'interno delle strutture turistico-ricettive.

Scopri di più: https://www.cs.camcom.gov.it/it/content/service/bando-turismo-formazione-e-lavoro-ii-edizione

Per maggiori informazioni: versoleimprese@cs.camcom.it tel 0984 815 254 -222 - 259 -265

 

Bando Certificazione SOA

Puoi partecipare al bando se la tua impresa è una Micro Piccola o Media Impresa (MPMI).

Ciascuna impresa potrà ottenere un solo voucher nel limite massimo di Euro 5.000,00 (cinquemila euro).

Il voucher è pari al 50% della spesa prevista ed è calcolato sulla base degli importi al netto dell’IVA dei preventivi di spesa. Tale contributo è maggiorato al 60% nel caso di Imprenditore (ditta individuale) oppure di socio (nel caso di società) diversamente abile (portatore di handicap così come definito dall’art.3 della legge n°104 del 5 febbraio 1992.

Sono ammissibili le spese:

1.1 spese per la realizzazione e l’implementazione dei sistemi di qualità riconducibili all’attestazione SOA;

1.2 spese di assistenza esterna per l’attuazione di sistemi di gestione in conformità alle norme sulla normativa SOA;

1.3 spese di formazione del personale sostenute nell’ambito di attuazione di sistemi di gestione in conformità alle normative SOA;

1.4 software appositi dedicati ai sistemi di gestione SOA.

Scopri di più: https://www.cs.camcom.gov.it/it/content/service/bando-adozione-attestazione-soa

Per maggiori informazioni: versoleimprese@cs.camcom.it tel 0984 815 254 -222 - 259 -265

 

Bando Imprese Storiche - V edizione (fino al 30.11.2021)

Puoi partecipare al bando se la tua impresa è una Micro Piccola o Media Impresa (MPMI).

Occorre che la tua impresa appartenga ad una delle seguenti categorie

  • CAT.I – COMMERCIO, SERVIZI, INDUSTRIA (con 30 o 80 anni di attività ininterrotta)
  • CAT.II – ARTIGIANI (con 30 o 80 anni di attività ininterrotta)
  • CAT.III – AGRICOLTURA (con 30 o 80 anni di attività ininterrotta)
  • CAT.IV – COOPERATIVE, CONSORZI E SOCIETA’ CONSORTILI (con 25 anni di attività nel medesimo settore)

Per maggiori informazioni: agendadigitale@cs.camcom.it tel 0984 815 245-267


FAQ

In merito all'indicazione contenuta nel bando "E' previsto che possano partecipare le imprese che non siano state beneficiarie di altri bandi della Camera di commercio nelle annualità 2018 - 2019 - 2020". Il riferimento all'annualità è relativo alla data di erogazione del contributo o alla data di partecipazione al bando?

 
Il requisito per le imprese beneficiarie (che abbiamo cioè ottenuto la liquidazione) fa riferimento alla data in cui è maturato il diritto alla concessione (data approvazione della graduatoria di concessione) e non alla data in cui il contributo è stato erogato, non rilevando la data di presentazione della domanda di partecipazione la bando.

 

 

 #VersoLeimprese