fbpx Riabilitazione | Camera di Commercio di Cosenza
In base all’art. 17 della Legge 108/96, recante "Disposizioni contro l'usura", il debitore protestato ha diritto di ottenere la riabilitazione se ha adempiuto all'obbligazione e non abbia subito ulteriore protesto nei dodici mesi successivi dalla levata del protesto stesso.
La riabilitazione viene accordata con decreto del Presidente del Tribunale, su domanda dell'interessato corredata dell’originale del titolo protestato quietanzato; della visura in campo nazionale della Camera di Commercio, dalla quale risulti che non esistono, oltre a quello per cui si chiede la cancellazione, altri protesti e della dichiarazione sostitutiva dell'atto notorio contenente la dichiarazione che fino alla data in cui si presenta la richiesta non sussistono altri protesti.
Avverso il diniego di riabilitazione il debitore può proporre reclamo, entro 10 giorni dalla comunicazione, alla Corte di Appello.
Il debitore che abbia ottenuto la riabilitazione da parte del Tribunale di competenza , può ottenere la cancellazione dal Registro Informatico dei protesti, producendo istanza al Presidente della Camera di Commercio di Cosenza.
 
 Riabilitazione Assegno bancario protestato(documentazione)
a) domanda compilata (completa di firme del titolare del protesto) e marca da bollo da € 16.00 (anche virtuale)
b) riabilitazione da parte del Tribunale competente
c) documento di riconoscimento del titolare
d) ricevuta di versamento dei diritti di segreteria (€ 8.00 per ogni titolo da cancellare)
f) eventuali altri documenti (es. documento del delegato)
 
MODALITA' D'INVIO DELLA PRATICA
Inviare mediante posta o corriere a Camera di Commercio, via Calabria 33-87100 Cosenza
 
MODALITA' DI PAGAMENTO 
Dal 1° marzo 2021 tutti i pagamenti dovuti alla Pubblica Amministrazione, tra cui la Camera di Commercio di Cosenza, dovranno essere eseguiti attraverso il sistema PagoPA.
Non potranno, quindi, più essere effettuati in favore dell'Ente pagamenti a mezzo bonifico su conto corrente bancario o postale.
 
1)L'utente potrà effettuare il pagamento del servizio richiesto creando in autonomia un avviso PAGOPA pagabile contestualmente on line con la modalità desiderata
(con carta, bancomat pay, poste pay, conto corrente bancario/postale, paypal, satipay, ecc. ecc) dal sito https://pagamentionline.camcom.it/Autenticazione?codiceEnte=CCIAA_CS   
 Per procedere al pagamento occorrerà compilare un apposito form indicando le voci della tabella seguente oltre a  quelli del pagante e procedere poi al pagamento con una delle modalità indicate
 

MODALITA’ DI COMPILAZIONE AVVISO PAGOPA

https://pagamentionline.camcom.it/Autenticazione?codiceEnte=CCIAA_CS

Tipologia di servizio

“Servizio”

Causale

Importo

Note

Riabilitazione assegno bancario

 

(Scrivere nel testo libero)

Pratica cancellazione protesto cambiario

Indicare:

  • denominazione impresa e codice fiscale- se impresa

 

  • Nome, cognome e codice fiscale se persona fisica

 

Diritti di segreteria:
€ 8 a titolo (cambiale)
Imposta di bollo:
€ 16 a domanda

NB nell’importo dell’avviso indicare il totale dell’importo dei titoli e dell’imposta di bollo

(es. se ho due assegni da riabilitare in un’unica domanda l’importo totale da indicare in PagoPA è la somma cioè  € 32)

Per ulteriori informazioni

http://www.cs.camcom.gov.it/it/content/service/registro-informatico-dei-protesti

 
2) In alternativa all'emissione dell'avviso spontaneo, l'utente potrà inoltrare una richiesta alla mail protesti@cs.camcom.it per l'emissione dell'avviso di pagamento PagoPA 
L’ufficio, in base al servizio richiesto, emette l'aviso di pagamento PagoPA: Il richiedente riceverà una mail automatica con l’importo dovuto e le modalità di pagamento, canali online o fisici resi disponibili dai Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), come ad esempio le agenzie di banca, home banking, gli sportelli ATM, i punti vendita SISAL, Lottomatica e Banca 5, portale Iconto, app IO.it
Dopo aver effettuato il pagamento darà riscontro sulla mail protesti@cs.camcom.it
 
PROVVEDIMENTO DI CANCELLAZIONE
Il provvedimento di cancellazione è disposto entro venti giorni dalla presentazione dell'istanza.
La registrazione nel Registro Informatico è effettuata entro e, non oltre, cinque giorni dalla pronuncia del provvedimento in parola.